Leonardo De Carlo - 2016-04-04

7 Giorni di Puglia - Trullo


7 Giorni di Puglia resta anche oggi nel barese, per visitare una meta che molti di voi già conosceranno…e se ancora non l'avete visitata, cosa aspettate?


E' Alberobello, perla pugliese tra i 50 siti italiani inseriti nella World Heritage List dell'Unesco, e capitale dei Trulli.

I trulli, dal greco tholos, cupola, si possono trovare in tutta la Valle d'Itria, tra le province di Brindisi, Bari e Taranto, e sono tuttora abitazioni molto apprezzate, basti pensare che il centro storico di Alberobello ne è interamente composto.

La costruzione a secco di queste abitazioni uniche nel loro genere pare sia stata imposta ai contadini nel XV secolo dai Conti di Conversano, per sfuggire a un editto del Regno di Napoli che imponeva tributi a ogni nuovo insediamento urbano. E' tuttavia soltanto una delle possibili spiegazioni: è stata avanzata l'ipotesi che possano essere stati introdotti da popolazioni provenienti da altre aree geografiche, oppure che si tratti di una evoluzione in muratura di capanne primitive. Fino al IX secolo, infatti, trullus era un termine generico per designare un ciborio, una cappella o una chiesa sovrastate da una cupola, e non era presente nei dizionari greci o latini; alcuni storici perciò credono che possano essere stati i Padri Basiliani ad aver assegnato il nome a questo genere di abitazioni, associandole a costruzioni simili presenti in altre zone del Mediterraneo.

In genere i trulli sono unità modulari, a pianta circolare: gli ambienti interni sono distribuiti intorno al vano centrale ed è possibile aggiungerne di nuovi secondo l'occorrenza. Lo spessore delle mura e la scarsa presenza di finestre assicurano un ottimale equilibrio termico, calore in inverno e fresco in estate. Il tetto è composto da lastre calcaree posizionate in serie concentriche sempre più piccole - le cosiddette “chianche” (all'interno) e le più sottili “chiancarelle” (all'esterno). La composizione dei pinnacoli nei trulli più antichi, invece, oltre ad avere una semplice funzione decorativa, è stata associata a simboli ricollegabili al culto del Sole, praticato dai popoli primitivi e documentato in Puglia fino al primo secolo a. C. e sostituita in seguito da elementi e simboli cristiani.

Sitografia
Italia.it
Pro Loco Alberobello

Leggi anche: